Fullin Marco D.O.
Chi sono Cos' l'Osteopatia Patologie Approfondimenti Photogallery Informazioni Contatti

 

 

Borsite Spalla Capsulite Cefalea e Emicrania Cicatrici Colon irritabile Epicondilite Mal di schiena Osteop. Pediatrica Stretto Toracico Tunnel carpale Vertigine e disturbi

Stretto Toracico

 

Cos'è la sindrome dello stretto toracico

 

E' un gruppo di sintomi che provengono oltre che dalle estremità superiori anche dal torace, collo, spalla e testa, determinati da una compressione intermittente e posizionale.

Anatomicamente lo stretto toracico è delimitato anteriormente dallo sterno e dalla clavicola, posteriormente dal corpo vertebrale di D1, e lateralmente dalla prima costa; le strutture che partecipano sono i muscoli succlavio, piccolo pettorale, gli scaleni, il ligamento costo-claveare, la vena giugulare interna, il nervo mediano e il processo coracoideo.

 

Sintomi

 

I sintomi che possiamo avere sono:

 

- dolori al trapezio, ai suboccipitali, al dorsale alto, ai muscoli interscapolari o al piccolo pettorale

- cervicobrachialgie (parestesie) e cervicalgie

- problemi respiratori

- problemi circolatori

- deficit di forza al braccio

- sindromi vertiginose

- problemi costali

- problemi all'ORL

- dolori all'articolazione acromion-claveare e alla sterno-costo-claveare

- cefalea

- problemi cardiaci legati al ganglio stellato e cervicale medio

- dolore all' articolazione scapolo-omerale (periartrite)

- epicondilite

 

Cause

 

Le cause principali sono:

 

- costa cervicale che predispone alla compressione e al restringimento dello sbocco toracico

- postura scorretta che produce dei problemi biomeccanici che comprimono le strutture neuro-vascolari dello stretto toracico

- seni grandi e pesanti poichè possono squilibrare la parte anteriore del torace e causare sintomi di compressione

- debolezza del muscolo trapezio per un trauma al nervo accessorio (biopsia di un linfonodo cervicale) in quanto comporta le cosiddette "spalle cadenti" con secondaria compressione neurovascolare

- traumi o interventi chirurgici (frattura della clavicola, sternotomia mediana...)

- lesioni vascolari primarie (trombi, aneurismi, tromboflebiti...)

- tumori (sindrome di Pancoast)

- colpo di frusta

- insufficienze nutrizionali (vitamine del complesso B, vit. C, folati ...)

 

Trattamento osteopatico

 

L' osteopatia è di sicuro il sistema elettivo per diagnosticare e trattare la SST. Molti sono i pazienti che rispondono bene ad un trattamento conservativo osteopatico che dovrà essere calibrato su ogni paziente in funzione di ciò che si troverà a livello biomeccanico.

Gli obiettivi principali del trattamento osteopatico sono quelli di  allentare la compressione biomeccanica sui nervi e sui vasi sanguigni nella zona dello stretto toracico e far diminuire e controllare il più possibile il dolore e gli altri sintomi migliorando così la qualità della vita del paziente.