Fullin Marco D.O.
Chi sono Cos' l'Osteopatia Patologie Approfondimenti Photogallery Informazioni Contatti

 

 

Borsite Spalla Capsulite Cefalea e Emicrania Cicatrici Colon irritabile Epicondilite Mal di schiena Osteop. Pediatrica Stretto Toracico Tunnel carpale Vertigine e disturbi

Capsulite adesiva della Spalla

 

COS'E' LA CAPSULITE ADESIVA

 

La capsulite adesiva detta anche spalla congelata è una flogosi capsulare cronica con un processo di fibrotizzazione della capsula articolare. E' praticamente una patologia degenerativa della sinovia.

L'eziologia è sconosciuta e sono state fatte due ipotesi diagnostiche :

- una primaria che prevede un fenomeno spontaneo

- una secondaria che prevede un episodio traumatico o anche fenomeni di immobilizzazione della spalla

Oltre a queste anche vecchie tendiniti possono creare aderenze sui vari piani fasciali sovraomerali creando così una tenosinovite. Viene colpito maggiormente il sesso femminile tra i 40 e i 60 anni circa e l'arto non dominante.

 

SINTOMI

 

Dal punto di vista clinico la capsulite adesiva prevede una fase iniziale ed una avanzata.

 

fase iniziale :

 

- dolore diffuso alla spalla che non migliora con il riposo

- nessuna alterazione della mobilità attiva

- presenza di forza muscolare

- limitazione della rotazione esterna con atrofia muscolare secondaria a fenomeni riflessi dovuti all'ispessimento capsulare

- segni neurologici negativi

 

fase avanzata :

 

- dolore diffuso alla spalla che migliora con il riposo

- limitazioni dolorose alla spalla sia con movimenti attivi che passivi

- dolore nella regione sovradeltoidea o nel dermatoma di C5

 

ESAMI STRUMENTALI E TERAPIA

 

Ai fini diagnostici vengono utilizzate l'artrografia che mostra la riduzione volumetrica della capsula articolare e la risonanza magnetica per vedere se ci sono retrazioni. La terapia conservativa è data da farmaci antinfiammatori e dalle TENS, mentre in alcuni casi è necessario l'intervento chirurgico.

 

TRATTAMENTO OSTEOPATICO

 

Dal punto di vista osteopatico le patologie della spalla sono le più ostiche poichè l'articolazione è polifunzionale e polisinergica. Occorre quindi iniziare da una buona diagnosi e proseguire con un lavoro sul piano fasciale a livello capsulare, rispettando sempre il dolore e cercando di non forzare l'articolazione, per stimolare la vascolarizzazione del tessuto visto che la fascia sottodeltoidea è ricca di innervazioni simpatiche. Si farà inoltre un lavoro mirato verso le probabili restrizioni a livello cervico dorsale che vanno ad influenzare la meccanica della spalla.