Fullin Marco D.O.
Chi sono Cos' l'Osteopatia Patologie Approfondimenti Photogallery Informazioni Contatti

 

 

Mal di schiena Tunnel carpale Vertigine e disturbi

Tunnel carpale

 
 
Cos’è la sindrome del tunnel carpale

La Sindrome del Tunnel Carpale (stc) è la neuropatia più frequente ed è una sindrome irritativa o compressiva del nervo mediano e si presenta più frequentemente in soggetti femminili ultra quarantenni.

Cos’è il tunnel carpale

Il tunnel carpale è formato da una parete ossea e da una fibrosa; la parete ossea è il “pavimento” ed è formata dallo scafoide, dal pisiforme, dall’uncino dell’uncinato e dal trapezio.Il “tetto” di questo canale è formato dal ligamento trasverso del carpo che decorre fra queste quattro prominenze e forma una lamina fibrosa che costituisce la parete anteriore del tunnel osteofibroso che forma il tunnel carpale. Il tunnel da’ passaggio al nervo mediano e ai tendini dei flessori delle dita (flessore lungo del pollice, flessore superiore delle dita, flessore profondo delle dita).

Cause del tunnel carpale

La patogenesi occupazionale sembra essere la causa più frequente per lo sviluppo della Sindrome del Tunnel Carpale. E' stata dimostrata un' associazione con i lavori ripetitivi, sia in presenza (rischio più elevato) che in assenza di applicazione di forza elevata.
E' stato dimostrato che prolungati e/o ripetitivi movimenti di flesso-estensione del polso (in minor misura anche la flessione delle dita), provocano un aumento della pressione all'interno del tunnel carpale e che il ripetuto allungamento dei nervi e dei tendini che scorrono dentro il tunnel possono dar luogo ad una infiammazione che riduce le dimensioni del tunnel determinando la compressione del nervo mediano.
Anche malattie sistemiche possono essere associate alla Sindrome del Tunnel Carpale (es. diabete mellito, artrite reumatoide, mixedema, amiloidosi), come pure situazioni fisiologiche (gravidanza, uso di contraccettivi orali, menopausa), traumi ( pregresse fratture del polso con deformità articolari), artriti e artrosi deformanti.

Sintomi

Nelle fasi iniziali della patologia la Sindrome del Tunnel Carpale (stc) si manifesta con formicolii, sensazione di intorpidimento o gonfiore alla mano, prevalenti alle prime tre dita della mano e in parte al quarto dito , soprattutto al mattino e/o durante la notte;  successivamente compare dolore irradiatesi anche all'avambraccio, sintomi definiti "irritativi". Se la patologia si aggrava compaiono perdita di sensibilità alle dita, perdita di forza della mano, atrofia dell'eminenza thenar; sintomi "deficitari" di forza  a scapito dei muscoli tenarici e avremo la così detta “mano di scimmia”  piatta, dove non c’è la salienza tenarica.

Test clinici

Dal punto di vista clinico vengono eseguiti alcuni test :

il test del Tinel : si oppongono pollice e mignolo e si percuote con il martelletto nel prolungamento del palmare lungo, dove c’è il nervo mediano, se evocherà dolore e parestesia sarà positivo.

Il test di Phalen : si appoggiano uno contro l’altro il dorso delle mani cercando di abbassare i gomiti, mantenendo la posizione per 30 secondi, se evocherà dolore sarà positivo.

Metodi diagnostici e cure

L’indispensabile contributo diagnostico è dato dall’elettromiografia; il trattamento nella fase iniziale si concretizza nella terapia medica ( antinfiammatori etc..); nei casi resistenti e gravi, si interviene chirurgicamente con resezione del ligamento trasverso del carpo, effettuata a scopo de compressivo del nervo mediano.

L’Osteopata per migliorare la situazione lavorerà sulla funzionalità delle ossa che formano il “pavimento “, sul ritorno venoso dalla mano allo stretto toracico superiore e sulla zona cervicale.